dvdweb.it utilizza i cookie per offrirti un migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare, accetti di utilizzare i cookie. Per maggiori informazioni su come usiamo i cookie, clicca qui.

posted: 21.04.2005 @ 14:53

Gandalf e Il Codice Da Vinci

Ian McKellen e Alfred Molina nel nuovo film di Ron Howard

Buck reporting...

 Si prospetta un cast stellare per l'adattamento cinematografico del best-seller di Dan Brown, Il Codice Da Vinci.

Gandalf e Il Codice Da Vinci Dopo aver riempito le caselle relative al regista (Ron Howard) ed ai protagonisti Robert Langdon (Tom Hanks), Sophie Neveau (Audrey Tautou) e Bezu Fache (Jean Reno), Sony Pictures Entertainment ha rivelato di aver ingaggiato Sir Ian McKellen (Gandalf ne Il Signore degli Anelli) e Alfred Molina, rispettivamente nelle parti del miliardario Sir Teabing e dell'arcivescovo Aringarosa.

 La produzione di quello che si preannuncia un sicuro Blockbuster, inizierà il prossimo Giugno, mentre l'uscita nelle sale americane è prevista per il 19 Maggio 2006.

 Nei prossimi mesi potremo vedere Ian McKellen accanto a Natasha Richardson in Asylum, diretto da David Mackenzie ed è molto probabile che l'attore inglese riprenderà il suo ruolo di Magneto nel terzo film della saga di X-Men, già in pre-produzione negli studi 20th Century Fox.




A presto con nuove, curiose anticipazioni!
Ricevi GRATIS nella tua casella di posta le news dal mondo dell'intrattenimento digitale solo con DVDLog, la newsletter by DVDWeb.IT. Non perdere tempo, iscriviti subito!
  

Cafè 2.5 - I vostri commenti...

Gandalf e Il Codice Da Vinci

Inizia una nuova discussione!Tutti i 41 messaggiEntra nel Cafè


Concordo anch'io
[Gandalf e Il Codice Da Vinci]

By: youngfrank

Posted: 07.07.2005 @ 13:50
Credo in Dio ma non nella Chiesa, istituzione creata dall'uomo e che ha sempre funzionato quasi come un'azienda (a mio modo di vedere, la penso così e non voglio offendere nessuno). Penso che le polemiche sulla falsità o meno delle vicende narrate da Brown siano totalmente inutili in quanto:

- non penso che ci sia gente che creda all'esistenza di un anello che ne comanda altri e che debba essere distrutto da strane creature come hobbit, elfi e cose del genere, ma la trilogia ha ricevuto solo elogi;

- non esistono né spiderman, né batman, né hulk o qualsiasi altro eroe, eppure lo si vende e tutti apprezzano senza mettere in dubbio la veridicità;

- è impossibile stare appesi ad una roccia con la schiena e volare con le moto, ma Tom Cruise è capace a farlo....

Il fatto che il Codice Da Vinci tocchi un'istituzione come la chiesa è sicuramente provocante perché sono in pochi i coraggiosi a puntarci il dito contro, ma le persone che si offendono per questo dovrebbero rendersi conto che hanno fra le mani un romanzo fantastico, scritto bene, sembra reale! Ognuno può credere a ciò che vuole, ma permettetemi di dire che molte polemiche sono, come al solito, gratuite.

Secondo le vostre geniali menti dovremmo buttare via tutti i film di fantascienza, tutto il genere fantasy e penso anche i cartoni animati, perché nella realtà non esistono né orchi parlanti né tantomeno elefanti che volano!

Il cinema è tale perché ci narra cose che non potremmo mai vedere o conoscere, lasciamolo cinema e non storia!

Concordo!
[Gandalf e Il Codice Da Vinci]

By: giovanni stt05

Posted: 02.05.2005 @ 16:13
cippirimerlo, concordo in pieno.

Re: Re: Re: calma
[Gandalf e Il Codice Da Vinci]

By: cippirimerlo

Posted: 02.05.2005 @ 10:17
No Sendoh, non te la puoi cavare così a buon mercato.

Invocare la libertà di scrivere ciò che ci piace, "tanto è un romanzo", va bene finché non si offende. Anche i giornalisti devono stare ben attenti a quello che scrivono, se infamano qualcuno. Certamente sono liberi di farlo, quando abbiano le prove di ciò che scrivono.

L'operazione Dan Brown è fatta scientemente: egli sa di scrivere delle falsità storiche. Potrei anche capire se il suo scopo fosse attentare la fede cristiana, c'è parecchia gente che avrebbe tutto l'interesse di farlo.

Ma secondo me il suo scopo è ancora più basso: vendere. Intendiamoci: liberissimo di farlo ed i pollastri liberissimi di comprare le sue monnezze. Liberissimi di fare film per attirare un numero ancora più alto di persone confuse e farci ancora più soldi. Quelli che oggi si chiamano "relativisti". Quelli che pensano che la religione sia un "sentimento", una "spiritualità" in stile new age. Quelli che "in fondo, ci sono anche i Vangeli apocrifi". Quelli che "la religione non è la chiesa, non sono i preti".

Che almeno però si sia consapevoli di qual è il senso di una simile operazione. Puro lucro alla faccia di tutto e di tutti.



Newsletter

Unisciti alla nostra newsletter

GRATIS PER TE le news sempre aggiornate, le nostre offerte speciali e gli omaggi esclusivi!





Ho letto l'informativa sulla privacy e autorizzo il trattamento dei dati personali




DVDb

Db New Db Update
Già Usciti In Uscita


Top 10





© 1999-2020 Shock! Solutions SRL - P.IVA 01740890460 - Tutti i diritti riservati - Cookie Policy - Privacy Policy