dvdweb.it utilizza i cookie per offrirti un migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare, accetti di utilizzare i cookie. Per maggiori informazioni su come usiamo i cookie, clicca qui.

posted: 12.05.2020 @ 13:51

Appello di Univideo per l'home entertainment!

Davide Z reporting...

 Siamo in giorni di lenta ripresa, in un periodo difficile fatto di cinema chiusi, dove pure l'home entertainment ha dovuto subire rinvii e fermate (che abbiamo documentato nelle settimane scorse) segnando il passo di fronte all'accelerazione dello streaming. E ora?

 Poiché da queste parti rivendichiamo anche un valore culturale della visione e della fruizione sui supporti fisici, accogliamo con interesse l'appello con cui Univideo cerca di attirare attenzione sul settore. L'associazione ha infatti appena diramato un comunicato stampa che fa il punto della situazione relativamente alla disponibilità dei formati home video nella vendita al dettaglio. Sebbene l'appello non riguardi direttamente l'e-commerce, il comunicato fornisce spunti e cifre interessanti e lo riportiamo integralmente (grassetti inclusi):

Appello di Univideo per l'home entertainment!

 
PER SOSTENERE L’EDITORIA AUDIOVISIVA SERVE AL PIU’ PRESTO CHE DVD, BLU-RAY E 4K ULTRA HD POSSANO TORNARE AD ESSERE ACQUISTATI DAGLI ITALIANI
 
In una lettera indirizzata al Governo, Lorenzo Ferrari Ardicini, Presidente di UNIVIDEO, richiede con urgenza di inserire tra i beni immediatamente disponibili per la vendita al dettaglio le opere audiovisive registrate

 Milano, 12 maggio 2020 – La situazione ha del paradossale: secondo le ultime disposizioni del Governo si possono produrre ma non vendere negli esercizi attualmente aperti, i prodotti audiovisivi su supporto fisico come DVD, Blu-ray e 4K Ultra HD.

 Il settore dell’Home-Entertainment e della promozione culturale più in generale, che negli ultimi anni si è dovuto confrontare con la rivoluzione digitale, ha proseguito ad investire e a ricoprire un ruolo economico rilevante. L’editoria audiovisiva nel nostro paese, come da Rapporto Univideo 2019, vale 288,9 milioni di euro, suddiviso tra 193 milioni di euro di fatturato derivanti dal prodotto fisico e 95,9 milioni di euro prodotto dalle transazioni digitali. In Italia sono 4,5 milioni le persone che hanno acquistato almeno un prodotto Home Entertainment, mentre i fruitori finali del prodotto audiovisivo italiano sono circa 6,7 milioni, a conferma del fatto che si tratta di un prodotto che si presta ad una modalità di consumo condivisa. Questo prima del lockdown e del blocco delle vendite. Entrati nella Fase 2 l’editoria audiovisiva si ritrova in una situazione ancora molto preoccupante visto che ad oggi DVD, Blu-ray e 4k Ultra HD non possono essere liberamente acquistati dagli italiani.

 Per questa ragione il Presidente di Univideo - l'Associazione di categoria che rappresenta gli Editori Audiovisivi su media digitali e online - ha inviato una lettera chiedendo al Premier Conte e ai Ministri Franceschini e Patuanelli di consentire mediante il prossimo DPCM la vendita al dettaglio di opere audiovisive registrate.

 Non c’è una ragione di pubblica sicurezza che giustifichi, nel contrasto alla diffusione del Covid-19, il proseguo del blocco nella commercializzazione di supporti audiovisivi.
 
 “Ci auguriamo - spiega Lorenzo Ferrari Ardicini, Presidente di UNIVIDEO e di CG Entertainment – che il Governo accolga la nostra richiesta, l’editoria audiovisiva rappresenta un pezzo importante della filiera creativa del nostro Paese. L’Home Entertainment è entrato nelle case degli italiani più di trent’anni fa e rimane ancora oggi un collante sociale importante e richiesto, per questo impedire anche nella fase 2 la vendita dei nostri prodotti culturali ci pare sbagliato e pericoloso in termini di sopravvivenza della nostra industria, fortemente colpita dagli effetti di questa crisi”.

 UNIVIDEO è l'associazione di categoria che rappresenta gli Editori Audiovisivi su media digitali (DVD, Blu-ray, 4K Ultra HD) e online (piattaforme di distribuzione digitale) www.univideo.org.


 L'appello di Univideo si accompagna ad altri (nei settori dello spettacolo e della cultura) che in questi giorni stanno facendo pressioni per una pianificazione più attenta del "dopo" in un clima in cui nessuno sia lasciato indietro. A questo proposito segnalo anche la lettera aperta per il sostegno all’esercizio cinematografico indipendente italiano, che si può liberamente sottoscrivere.




A presto con nuove, curiose anticipazioni!
Ricevi GRATIS nella tua casella di posta le news dal mondo dell'intrattenimento digitale solo con DVDLog, la newsletter by DVDWeb.IT. Non perdere tempo, iscriviti subito!
  

Cafè 2.5 - I vostri commenti...

Appello di Univideo per l'home entertainment!

Libera il tuo istinto di reporter!
Scrivi tu il primo messaggio!
Entra nel Cafè




Newsletter

Unisciti alla nostra newsletter

GRATIS PER TE le news sempre aggiornate, le nostre offerte speciali e gli omaggi esclusivi!





Ho letto l'informativa sulla privacy e autorizzo il trattamento dei dati personali




DVDb

Db New Db Update
Già Usciti In Uscita


Top 10





© 1999-2020 Shock! Solutions SRL - P.IVA 01740890460 - Tutti i diritti riservati - Cookie Policy - Privacy Policy