dvdweb.it utilizza i cookie per offrirti un migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare, accetti di utilizzare i cookie. Per maggiori informazioni su come usiamo i cookie, clicca qui.

posted: 16.04.2020 @ 16:20

Cinema degenere: Tutti pazzi per Bruce Lee!

Il Piccolo Drago è ancora tra noi

Davide Z reporting...

 Ci voleva il leggendario Bruce Lee per far tornare d'attualità l'home video nei siti di cinema ormai monopolizzati dalle proposte streaming. I cinque principali film del Piccolo Drago sono infatti entrati ufficialmente nel catalogo Criterion, per un'uscita in box prevista per il prossimo Luglio e la cosa ha avuto grande risonanza anche da noi!

Cinema degenere: Tutti pazzi per Bruce Lee!


 Non ci sarebbe bisogno di ripetere i titoli dei cinque classici immortali, ma vogliamo forse negarci il puro piacere cinefilo di elencarli? Rullo di tamburi, dunque, ed eccoli qua:


Il furore della Cina colpisce ancoraDalla Cina con furoreL'urlo di Chen terrorizza anche l'Occidente



I tre dell'Operazione DragoL'ultimo combattimento di Chen

 
 La notizia in realtà non è un vero e proprio fulmine a ciel sereno perché l'1 Gennaio, Criterion aveva pubblicato sui suoi canali social questo rebus:



 Le quattro immagini suggeriscono "fleeing e" ovvero Federico Fellini, "1 Car Why" ovvero Wong Kar-Wai, "on yes" ovvero Agnès (Varda) e infine "Robert E. Lee" ovvero, appunto, Bruce Lee (vorrei tanto prendermi il merito di aver capito subito i rebus, ma in realtà ho dovuto spulciare la rete per le soluzioni :-)

 E allora vediamolo questo cofanetto, Bruce Lee: His Greatest Hits - The Criterion Collection (cover di Gian Galang), seguito dal trailer ufficiale e dalla lista dei contenuti speciali:




 
 Sette dischi:
  • Restauri digitali 4K di Il furore della Cina colpisce ancora, Dalla Cina con furore, L'urlo di Chen terrorizza anche l'Occidente e L'ultimo combattimento di Chen con audio originale monofonico non compresso
     
  • Nuovo restauro digitale 2K della rara versione cinematografica da 99 minuti del 1973 di I tre dell'Operazione Drago, con audio originale monofonico non compresso
     
  • Restauro digitale 2K della "special edition" da 102 minuti di I tre dell'Operazione Drago
     
  • Colonne audio alternative per i film, con i doppiaggi originali inglesi e una traccia surround 5.1 per la special edition di I tre dell'Operazione Drago
     
  • Sei commenti audio:
     
    • Il furore della Cina colpisce ancora con l'esperto di Bruce Lee Brandon Bentley
    • Il furore della Cina colpisce ancora, Dalla Cina con furore, L'urlo di Chen terrorizza anche l'Occidente e L'ultimo combattimento di Chen con l'esperto di cinema di Hong Kong Mike Leeder
    • Edizione speciale de I tre dell'Operazione Drago con il produttore Paul Heller
     
  • Presentazione in alta definizione di L'ultima sfida di Bruce Lee, il seguito de L'ultimo combattimento di Chen del 1981
     
  • Game of Death Redux, una nuova presentazione del girato originale di Game of Death di Lee (film incompiuto, parte del quale è poi confluito ne L'ultimo combattimento di Chen ndZ), prodotto da Alan Canvan
     
  • Nuove interviste per tutti e cinque i film con il biografo di Lee Matthew Polly
     
  • Nuova intervista con il produttore Andre Morgan sulla Golden Harvest, la compagnia dietro ai maggiori successi marziali di Hong Kong, inclusi quelli di Lee
     
  • Nuovo approfondimento sul doppiaggio in inglese dei film con i doppiatori Michael Kaye (voce inglese di Lee in Dalla Cina con furore) e Vaughan Savidge
     
  • Nuova intervista con il saggista Grady Hendrix sul fenomeno della “Bruceploitation”, ovvero il sottogenere nato dopo la morte di Lee, e una selezione di trailer Bruceploitation
     
  • Blood and Steel, documentario del 2004 sulla realizzazione di I tre dell'Operazione Drago
     
  • Ulteriori documentari sulla vita e la filosofia di Lee, fra cui Bruce Lee: The Man and the Legend (1973) e Bruce Lee: In His Own Words (1998)
     
  • Interviste con la vedova di Lee, Linda Lee Cadwell, e molti collaboratori e ammiratori di Lee, fra cui gli attori Jon T. Benn, Riki Hashimoto, Nora Miao, Robert Wall, Yuen Wah, e Simon Yam e i registi Clarence Fok, Sammo Hung, and Wong Jing
     
  • Materiali promozionali
     
  • Sottotitoli in inglese per non udenti con nuove traduzioni
     
  • E INOLTRE: Un saggio del critico Jeff Chang
 
 Insomma, tanta roba che promette di mettere un punto sulla raccolta digitale dei cinque film (che come abbiamo visto in realtà sono sei :-)

 Punto non definitivo perché restano aperte alcune questioni, come la versione integrale di Il furore della Cina colpisce ancora, con la famigerata "Saw Scene" montata, a quanto si dice, solo in alcune nazioni:



 Il cofanetto Criterion arriva naturalmente a ruota di innumerevoli raccolte che si sono succedute negli anni, in cerca perenne dell'edizione definitiva sul guerriero. Una di queste l'aveva anche segnalata il nostro NextOne qualche tempo fa:



 Oppure l'inglese Master Collection che possiedo anch'io (e in cui sono già presenti alcuni degli extra che torneranno nel Criterion):



 Naturalmente in tutti i casi abbiamo a che fare con edizioni senza audio italiano e senza la mitica voce di Cesare Barbetti sui primi tre film. Fa eccezione, nella Master Collection, I tre dell'Operazione Drago che, avendo alle spalle la Warner Bros, è la stessa edizione arrivata anche da noi.

 E qui naturalmente si arriva alla nota dolente perché in Italia, come si sa, la strada è tutta in salita, nonostante le arti marziali (e l'Oriente) godano tutto sommato di un buon seguito! Edizioni digitali ne hanno fatte parecchie, in database ad esempio potete trovarne almeno tre diverse per ogni film, ultime delle quali le uscite Blu-Ray della collana Il collezionista di Eagle Pictures:



 Purtroppo, la qualità non è di buon livello, i master video sono insufficienti e i bonus sono un miraggio, tanto che l'extra migliore ad oggi disponibile è il documentario Dragonland - L'urlo di Chen terrorizza ancora l'Occidente che affronta l'impatto di Bruce Lee e affini dal punto di vista italiano, in una prospettiva che finisce per ricomprendere un po' tutto il cinema marziale. E anche per vedere questo, abbiamo dovuto attendere quasi dieci anni e l'abnegazione di Home Movies.



 Anche in questo caso, dal computo va tenuto fuori I tre dell'Operazione Drago, che pure in passato ha offerto i suoi grattacapi, ma che infine con l'edizione del quarantennale ha ritrovato smalto. Certo, senza edizioni alternative come nel Criterion :-)

 Infine un doveroso accenno anche al "dopo": cosa sarebbe diventato Bruce Lee se non fosse morto? Difficile rispondere, sicuramente avremmo visto il "suo" Game of Death, che da quel che si sa, prometteva di essere il suo capolavoro. E forse avrebbe fatto un film in costume, come in questo bellissimo servizio fotografico dove sembra uscito da un film della Shaw Brothers (ma pare fosse solo una mossa per far ingelosire la Golden Harvest e farle capire che in caso di problemi sarebbe passato alla concorrenza :-)



 Di sicuro una cosa ce la insegna la Bruceploitation, ovvero il fenomeno dei "cloni" nati per capitalizzare sul successo del Piccolo Drago, ma anche per rispondere alla domanda forte degli appassionati che nell'arco di una notte erano rimasti orfani del loro eroe proprio quando era iniziata la sua scalata al successo! Ci insegna che Lee avrebbe dovuto continuare a lottare contro produttori intenzionati a trarre profitto a ogni costo dal suo fenomeno e che questo avrebbe potuto avere esiti per lui mortificanti o entusiasmanti, a seconda di come avrebbe gestito il tutto. Di certo, avremmo voluto vedere come sarebbe andata a finire...

 Anche per questo, la Bruceploitation resta un interesssante what if e meriterebbe di essere riscoperta. Per fortuna, sebbene in edizioni non memorabili, qualcosa è stato pubblicato:



 L'altra cosa che il filone ci insegna è che spesso, seminando a caso, qualcosa di buono nasce lo stesso: fra i cloni di Bruce, accanto ai dimenticati Bruce Li, Bruce Le, Dragon Lee e via citando, ci sono state anche delle non-meteore, utilizzate cinicamente allo scopo, ma che poi hanno saputo dimostrare il loro valore. Ad esempio, nel 1976 Lo Wei, il regista di Dalla Cina con Furore gira New Fist of Fury, un ipotetico sequel con... Jackie Chan, che poi sarebbe diventato la stella che sappiamo!



 Oppure, lo sfruttamento sempre di Dalla Cina con furore ci ha regalato nel tempo altri due "ipotetici" capitoli con Jet Li e Donnie Yen (Fist of Legend e Legend of the Fist, purtroppo entrambi inediti in Italia), senza considerare che anche la riscoperta di Ip Man può rientrare nell'onda lunga.



 (nella foto il giovane Bruce Lee con Ip Man)
 
 Quindi chiuderei con questo corto di Li Jin che è il Bruceploitation perfetto, anche se in realtà va molto oltre lo sfruttamento, è un genuino atto d'amore da parte degli appassionati che, anche dopo numerosi decenni, continuano a mantenere sempre viva la fiamma:






A presto con nuove, curiose anticipazioni!
Ricevi GRATIS nella tua casella di posta le news dal mondo dell'intrattenimento digitale solo con DVDLog, la newsletter by DVDWeb.IT. Non perdere tempo, iscriviti subito!
  

Cafè 2.5 - I vostri commenti...

Cinema degenere: Tutti pazzi per Bruce Lee!

Libera il tuo istinto di reporter!
Scrivi tu il primo messaggio!
Entra nel Cafè




Newsletter

Unisciti alla nostra newsletter

GRATIS PER TE le news sempre aggiornate, le nostre offerte speciali e gli omaggi esclusivi!





Ho letto l'informativa sulla privacy e autorizzo il trattamento dei dati personali




DVDb

Db New Db Update
Già Usciti In Uscita
5. Epic
7. Rio


Top 10





© 1999-2020 Shock! Solutions SRL - P.IVA 01740890460 - Tutti i diritti riservati - Cookie Policy - Privacy Policy