dvdweb.it utilizza i cookie per offrirti un migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare, accetti di utilizzare i cookie. Per maggiori informazioni su come usiamo i cookie, clicca qui.

posted: 08.03.2010 @ 14:03

And the Oscar Goes to...

La sintesi della diretta

Davide Z reporting...

 La prima diretta della Notte degli Oscar by DVDWeb.it è dunque giunta al termine, una cavalcata divertente (ed estenuante :-) che ha visto il Café letteralmente “invaso”: ben 73 post in circa 5 ore di non-stop fra Italia e Usa.
 Dall’1 di notte circa, mentre era in svolgimento il red carpet, fino alle 6 del mattino si sono quindi susseguite premiazioni, brevi statistiche, commenti sugli annunciatori e… esultanza per i vincitori :-)

CLICCA E RIVIVI TUTTA LA DIRETTA MINUTO PER MINUTO!

LA SERATA

 La conduzione, affidata quest’anno al duo Steve Martin e Alec Baldwin (un veterano e un debuttante nel ruolo) è risultata comunque sprecata di fronte a una cerimonia che non ha voluto perder tempo e ha proposto un autentico fuoco di fila di premiazioni, sacrificando lo spettacolo autentico e i balletti, forse per non apparire sfarzosa di fronte ai tempi di crisi che attraversiamo.

 Se consideriamo che anche gli Oscar alla Carriera sono stati assegnati a parte (solo una citazione dunque per Lauren Bacall e Roger Corman, presenti in sala) possiamo aggiungere che l’unico momento “forte” è stato il ricordo di John Hughes, croce e delizia per chi era adolescente negli anni Ottanta e che è scomparso prematuramente lo scorso agosto: a ricordarlo tutti i principali interpreti dei suoi film, da Molly Ringwald a Anthony Michael Hall a Matthew Broderick. Un flash!

LE SORPRESE NON SONO MANCATE...

 Le sorprese comunque non sono mancate, il favorito Michael Haneke, dato per certo come vincitore per il miglior film straniero con il suo Il nastro bianco è stato infatti sorpassato dall’Argentina, che ha visto premiare il suo The Secret in Their Eyes di Juan José Campanella. A consegnare la statuetta un interessante duo formato da Quentin Tarantino e Pedro Almodovar che non hanno mancato di farsi i complimenti a vicenda!
 La vera sorpresa dell’intera serata è stato però il piccolo film Precious, che porta a casa due statuette (Migliore Attrice Non Protagonista Mo’nique e Sceneggiatura Non Originale). E in Italia stiamo ancora aspettando che il film sia distribuito…

CONFERME E VERDETTI ANNUNCIATI

 Ma in generale è stata una serata di verdetti annunciati, anche se la qualità non ci fa assolutamente rimpiangere il tempo speso. Come non essere contenti di vedere infatti premiato il grandissimo Jeff Bridges (per Crazy Heart) che alla quinta nomination finalmente ottiene statuetta e meritata Standing Ovation?

 Confermato anche Christoph Waltz, il magnifico colonnello Landa di Bastardi senza gloria, che assicura al war-movie di Quentin Tarantino l’unica e comunque meritata statuetta.
 Era invece meno scontato il premio a Sandra Bullock come migliore attrice protagonista che comunque le permette di raccogliere un poco invidiabile record: l’attrice infatti porta a casa nello stesso anno l’Oscar e il Razzie. E’ quindi sia la migliore che la peggiore, comunque scavalca tutti ;)

L'INCREDIBILE SFIDA

 Avatar vs Hurt Locker, chi ha vinto? Con un totale di 9 statuette direi il buon cinema, essendo entrambi ottimi film. Non sarà un caso che comunque Kathryn Bigelow sedeva una fila avanti a Big Jim Cameron. Il riconoscimento comunque non è importante perché Kathryn diventa la prima regista donna a stringere fra le mani la statuetta, ma perché restituisce finalmente prestigio a una grande artista che negli anni ci ha regalato film pazzeschi e che era sempre stata snobbata. Questo non è dunque un sorpasso, ma una meta: Kathryn Bigelow ha raggiunto l’ex consorte diventando per una sera “The Queen of the World!

ULTIMO, MA NON MENO IMPORTANTE...

 Qualche ricordo fulmineo per concludere: Kate Winslet, radiosa come non mai, che annuncia il miglior attore protagonista. Ben Stiller, un’autentica scheggia di follia, si presenta truccato da Na’vi e annuncia l’Oscar per il miglior trucco in dialetto di Pandora (e Avatar non è nemmeno fra i candidati!). Da premio autentico la sua coda impazzita che ha portato un po’ di sano scompiglio nell’ingessata serata! Michael Sheen che presenta la candidatura di Helen Mirren è un tocco di classe: Tony Blair che introduce la Regina d’Inghilterra :-)

 E su tutti la Pixar che domina con UP miglior film d’animazione e vincitore della miglior colonna sonora! Ipotechiamo già la vittoria di Toy Story 3 per l’anno prossimo?




A presto con nuove, curiose anticipazioni!
Ricevi GRATIS nella tua casella di posta le news dal mondo dell'intrattenimento digitale solo con DVDLog, la newsletter by DVDWeb.IT. Non perdere tempo, iscriviti subito!
  

Cafè 2.5 - I vostri commenti...

And the Oscar Goes to...

Libera il tuo istinto di reporter!
Scrivi tu il primo messaggio!
Entra nel Cafè




Newsletter

Unisciti alla nostra newsletter

GRATIS PER TE le news sempre aggiornate, le nostre offerte speciali e gli omaggi esclusivi!





Ho letto l'informativa sulla privacy e autorizzo il trattamento dei dati personali




DVDb

Db New Db Update
Già Usciti In Uscita


Top 10





© 1999-2020 Shock! Solutions SRL - P.IVA 01740890460 - Tutti i diritti riservati - Cookie Policy - Privacy Policy