dvdweb.it utilizza i cookie per offrirti un migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare, accetti di utilizzare i cookie. Per maggiori informazioni su come usiamo i cookie, clicca qui.

posted: 19.06.2004 @ 15:53

L'ora del ''trash'' all'italiana!

Dottoresse, infermiere e liceali invadono il mercato!

Kaligulha reporting...

 Il trash invade il digitale e Attila-Abatantuono batte l'ultimo episodio di Matrix. Se i palinsesti televisivi nascondono la commedia scollacciata in terza serata e rigorosamente in estate, i cataloghi DVD si popolano di soldatesse, liceali e infermiere sfornando veri e propri blockbuster tanto amati dal grande pubblico quanto sottovalutati dalla critica impegnata.

 Un vero fenomeno di costume, capace di surclassare, in termini di vendite, i più gettonati titoli made in Hollywood. Titoli mitici come Quel gran pezzo dell'Ubalda, Attila e L'allenatore nel pallone sono balzati infatti ai vertici delle classifiche di vendita. Segno che gli amanti dell'Home Cinema attendevano da tempo tutte le commedie all'italiana di serie Z.

 E per rispondere alla sete di trash del popolo del DVD, sono addirittura nate etichette specializzate, come la NoShameFilms (letteralmente ''film senza vergogna'') pronte ad esportare i merli maschi anche in USA. Ed i produttori si adeguano. A cominciare dalla Cecchi Gori, depositaria di un vero tesoro in trash movie, che dopo l'incredibile successo di Attila ha addirittura creato la Federal Video, sottomarca specializzatissima.

 Gli appassionati di trash sono davvero tanti. I collezionisti di questi DVD sono in genere maschi tra i 30 e i 40 anni, di cultura medio-alta. Al sud come al nord certi titoli si vendono molto bene. Infatti, il cinema trash è un vero fenomeno di culto. Basti pensare che quando abbiamo messo online il trailer di Quel gran pezzo dell'Ubalda, siamo stati letteralmente presi d'assalto. A scaricarlo sono stati almeno 10mila utenti!

 Non solo: centinaia di siti internet dedicati, eserciti di estimatori accaniti, che organizzano proiezioni casalinghe insieme agli amici, fan capaci di recitare a memoria tutte le migliori battute dei loro film preferiti, e una venerazione sconfinata per i protagonisti, e soprattutto le protagoniste, di quello che è stato un filone storico del cinema all'italiana. Un cinema insomma, capace di dare una rappresentazione tanto divertente quanto realistica di vizi e virtù della società italiana.

 E se qualcuno fa affondare le radici del trash in pietre miliari della cinematografia tricolore, come Totò Peppino e la Malafemmina, la stagione mitica inizia con la fine degli anni sessanta con Franco e Ciccio e film come Malizia e Grazie Zia, i superclassici con Laura Antonelli - antesignana di tutte le professioniste della doccia -, per poi esplodere negli anni Settanta.

 Film come Giovannona Coscialunga disonorata con onore (1973), Quel gran pezzo dell'Ubalda (1972), La dottoressa del distretto militare (1976) hanno ridisegnato l'immaginario erotico degli italiani, lanciando intramontabili sex symbol come Edwige Fenech, Gloria Guida, Nadia Cassini e Anna Maria Rizzoli.

 Non solo barzellette dunque, ma film che coglievano il lato caricaturale dell'italiano medio dandone un impietoso quanto esilarante ritratto. Il tutto, grazie a un manipolo di caratteristi rimasti per sempre nel cuore del pubblico, da Mario Brega a Mario Carotenuto fino al mitico Bombolo, che facevano da comprimari a dei grandissimi del cinema italiano come Renzo Montagnani, Lino Banfi e Lando Buzzanca.

 Ma è innegabile che lo spirito del trash è inequivocabilmente goliardico. Uno stile semplice e immediato, capace di piacere a tutti, da nord a sud. Film fatti per chi al cinema chiede puro divertimento, senza pretese. Film che non hanno certo niente da invidiare ai vari American Pie, Scary Movie o a quelli dei fratelli Farrel. Tanto che la No Shame Films pubblica proprio in questi giorni l'intera serie di Pierino - a cominciare da Pierino contro tutti e Pierino colpisce ancora -, e i film di ambientazione pecoreccio-sportiva, come Mezzo destro e mezzo sinistro e Paulo Roberto Cotechino, ma anche altri film con Alvaro Vitali come Il tifoso, l'arbitro, il calciatore e Calcio all'Italiana. Tutti titoli che stanno per essere commercializzati anche sul mercato statunitense, dove ritengono potranno riscuotere un grande successo e superare di gran lunga le vendite italiane.

 Insomma, un mercato tutto da scoprire, che potrebbe davvero rivelarsi una gallina dalle uova d'oro per i depositari dei diritti di certi film. Basti pensare all'operazione fatta con l'intera collana del Monnezza, ovvero i vari ''Delitti'' con protagonista Tomas Milian doppiato da un Ferruccio Amendola in versione ultracoatta. Il cofanetto che comprende Delitto sull'autostrada, Delitto al ristorante cinese e Delitto in Formula Uno è andato a ruba, tanto che le 15mila copie iniziali previste per un titolo considerato secondario sono andate rapidamente esaurite. Ma ancora meglio è andato un DVD come L'allenatore nel pallone (oltre 35mila copie). Protagonista l'antitesi di Trapattoni: Lino Banfi, circondato da un'infinita serie di grandissimi nomi del calcio italiano, tra cui spicca un quasi irriconoscibile Carlo Ancelotti, e con la straordinaria partecipazione di Aldo Biscardi e Maurizio Maffei nei panni di se stessi. Segno che almeno in certe cose l'Italia non è cambiata poi di molto.

 Il titolo più venduto in ogni caso è stato Attila, vera perla con Diego Abatantuono e una giovanissima Rita Rusic. Attesissimo dai fan del ''terrunciello'' Diego, ha venduto 80mila pezzi, battendo anche Matrix. E facendo la fortuna della Cecchi Gori, che con la sua Federal Video ha cominciato a sfornare tutti i titoli trash del suo catalogo.

L'ora del ''trash'' all'italiana!
I trash movie più venduti in DVD
  1. Attila
  2. L'allenatore nel pallone
  3. I fichissimi
  4. Quel gran pezzo dell'Ubalda, tutta nuda e tutta calda
  5. Febbre da cavallo
  6. Delitto al blue gay
  7. Pierino contro tutti
  8. Delitto al ristorante cinese
  9. Taxi Girl (La tassinara)
  10. La bella Antonia prima monaca e poi dimonia

Le classifiche del Popolo del DVD - I precursori

 Purtroppo per tutti i veri appassionati, nessuno dei titoli indicati come ''precursori del genere trash'' è ancora stato editato in DVD. Si attendono provvedimenti...
  • Il merlo Maschio (1964)
  • Grazie Zia (1968)
  • Malizia (1973)

I Supercult del Popolo del DVD
I più attesi

 I titoli più richiesti sono dei veri e propri classici del cinema ''trash''. Molti sono stati annunciati in uscita entro qualche mese. E alcuni, come Giovannona Coscialunga, fino a ieri al terzo posto della classifica, sono appena stati realizzati.
  1. Vieni avanti cretino
  2. Al bar dello sport
  3. Cornetti alla crema
  4. L'Esorciccio
  5. La Signora gioca bene a scopa
  6. La Liceale
  7. La ripetente fa l'occhietto al preside
  8. Spaghetti a mezzanotte
  9. Arraphao
  10. Grazie Nonna

Le Professioniste della Doccia
  1. Edwige Fenech
  2. Nadia Cassini
  3. Anna Maria Rizzoli
  4. Gloria Guida
  5. Barbara Bouchet
  6. Carmen Russo
  7. Lilli Carati
  8. Michela Miti
  9. Tinì Cansino
  10. Karin Shubert

Gli Attori Cult
  1. Lino Banfi
  2. Renzo Montagnani
  3. Alvaro Vitali
  4. Bombolo
  5. Tomas Milian
  6. Pippo Franco
  7. Enzo Cannavale
  8. Mario Carotenuto
  9. Mario Brega
  10. Gianfranco D'Angelo


Le Battute

Attila
Abatantuono, alle porte di una città da mettere ''a carne e pesce'' (al posto di ferro e fuoco), si presenta: ''Sono Attila. A come atrocità, doppia T come terremoto e traccedia, I come iratittio [Ira di Dio], L come Laco di sanque e A come adesso vengo lì e ti scpacc' i' corna''.

L'allenatore nel pallone
Lino Banfi illustra la sua tattica calcistica: ''Io faccio la 5-5-5. La Bi-Zona'' ''Ma Mister, giochiamo in quindici?'' - domanda il gioiello della sua squadra - ''Questa domanda cretina me l'aspettavo!''

Al bar dello sport
Lino Banfi e Jerry Calà compilano la schedina: ''Tu me la consigli questa variante anomala tipo a chiappe divarichete, che se facciamo 13 con la coriola ci danno i isoldi''
 Sempre Lino Banfi, mentre segue le partite in Tv col nipotino: ''Zio, di che sesso sono le tartarughe?'' ''Le tartarughe non hanno sesso, sono ricchione!''

Cornetti alla crema
Lino Banfi: ''Ille habet cornas! Agna! …a cornutaccioooo''

I Fichissimi
Jerry Calà a Diego Abatantuono: ''Hey tu, giubbotto ripieno di Puglie…''

La soldatessa alle grandi manovre
Un soldato al dottor Gianfranco D'Angelo: ''Dottore, ho le emorroidi'' ''Apri la bocca!''

Delitto a Porta Romana
Il commissario Tomas Milian al superiore: ''Guardi che io non vojo fa' er demagogo, ma non vojo fa' neanche er demastronzo!''



Le Spalle

 Il cinema trash è fatto non solo di indimenticabili protagonisti, ma anche e forse soprattutto di caratteristi indimenticabili. Spalle che spesso facevano la stessa parte in ogni loro film. Attori però che sono diventati vere e proprie icone di un certo cinema, e veri idoli degli amanti del trash.

Giuseppe Anatrelli: l'indimenticato e indimenticabile Geom. Calboni di Fantozzi e Il secondo tragico Fantozzi amante e poi marito della Signorina Silvani.

Plinio Fernando: Mariangela, la figlia di Fantozzi e successivamente la nipote Uga. Definita da tutti la ''babbuina''.

Jimmy il Fenomeno (Luigi Origene Soffrano): comparsa in molti film con Alvaro Vitali, con l'incredibiile mimica facciale e l'incondibile parlata pugliese.

Gigi Reder: per tutti il compianto Geom. Filini, grande amico di Fantozzi. Occhiali spessi un dito, ingenuo ma di grande simpatia. Indimenticabile il suo ''Vadi''

Sandro Ghiani: il sardo riccioluto di Viuuulentemente Mia, Paulo Roberto Cotechino centravanti di sfondamento, un hippy in Un sacco bello di Verdone e il Safà di Professione Vacanze con Jerry Calà.

Mario Brega: caratterista tra i più amati, appare in molti film di Verdone tra cui Un sacco bello dove interpreta il padre del figlio hippy, Borotalco e Bianco rosso e verdone nella parte del camionista (''Me chiamano Er Principe''). Tipico Romano nell'accento e nei modi. Indimenticabile il suo grido ''So' comunista cosìììì''

Francesca Romana Coluzzi: in alcuni film è la moglie di Banfi, come in La moglie in bianco l'amante al pepe.

Ennio Antonelli: spalla romana in molti film ma gli appassionati se lo ricordano nella parte del celebre Manzotin in Febbre da cavallo.

Lucio Montanaro: originario di Martina Franca, ha interpretato film come La soldatessa alle grandi Manovre, La liceale al mare con l'amica di papà e Il tifoso, l'arbitro e il calciatore.

Pippo Santonastaso: il pretore di Ricchi, ricchissimi, praticamente in mutande ma ha interpretato anche il cronista di cronaca nera in Spaghetti a mezzanotte e il parroco in Il bisbetico domato accanto ad Adriano Celentano.




A presto con nuove, curiose anticipazioni!
Ricevi GRATIS nella tua casella di posta le news dal mondo dell'intrattenimento digitale solo con DVDLog, la newsletter by DVDWeb.IT. Non perdere tempo, iscriviti subito!
  

Cafè 2.5 - I vostri commenti...

L'ora del ''trash'' all'italiana!

Inizia una nuova discussione!Tutti i 18 messaggiEntra nel Cafè


Min Chion si taglia le dita
[L'ora del ''trash'' all'italiana!]

By: Alex da Caprarola

Posted: 31.01.2005 @ 20:20
Delitto al ristorante Cinese:

Il Cinese (Thomas Milian) spiega che il padre smise di fare il riso ripieno perchè si tagliava le dita... allora gli chiedono... 'e come si chiamava tuo padre?'... e lui 'Min Chion'... e Bombolo... 'ecco perchè sè tajava le dita.. perchè era minchion...'

Boldi e De Sica in dvd?
[L'ora del ''trash'' all'italiana!]

By: Dino

Posted: 17.10.2004 @ 11:36
Sono un appassionato della commedia italiana e ho deciso di scrivere qui perche ho visto che si parla dei dvd che sono in vendita, ci sono molte commedie cult che sono letteralmente introvabili e il dvd spero che si fatto e non riesco a capire perche sono diversi anni che ci sono dvd e questi film non vengono mai proposti in dvd, film di grande successo: VACANZE DI NATALE'90 '91 '95, YUPPIES (vero grande cult) YUPPIES 2, SAINT TROPEZ SAINT TROPEZ, SELVAGGI e i già citati MIRACOLO ITALIANO, OCCHIO ALLA PERESTROIKA poi RICHY E BARABBA, UOMINI SULL'ORLO DI UNA CRISI DI NERVI, INFELICI E CONTENTI, ma a me hanno detto che se non si accordano sui diritti il dvd non sarà mai fatto? è VERO? se qualcuno ha notizie e mi può far sapere qualcosa, visto che questo è un forum di persone esperte e aggionate.

giusto... e non solo
[L'ora del ''trash'' all'italiana!]

By: naxis

Posted: 13.07.2004 @ 00:49
D'accordo con te Jack, ma vorrei aggiungere che è stato commesso un altro madornale errore nell'inserire fra i precursori del genere GRAZIE ZIA che era un bellissimo film drammatico e provocatorio che nulla aveva a che vedere con la commediaccia scollacciata, così come i due successivi film di Samperi, gli introvabili e affascinanti CUORE DI MAMMA e UCCIDETE IL VITELLO GRASSO E ARROSTITELO che valgono più di 50 Pierini e soldatesse messi insieme e che, ahimé, temo che nessuno si occuperà di resuscitarli in DVD. Però la speranza è l'ultima a morire...



Newsletter

Unisciti alla nostra newsletter

GRATIS PER TE le news sempre aggiornate, le nostre offerte speciali e gli omaggi esclusivi!





Ho letto l'informativa sulla privacy e autorizzo il trattamento dei dati personali




DVDb

Db New Db Update
Già Usciti In Uscita


Top 10





© 1999-2020 Shock! Solutions SRL - P.IVA 01740890460 - Tutti i diritti riservati - Cookie Policy - Privacy Policy