dvdweb.it utilizza i cookie per offrirti un migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare, accetti di utilizzare i cookie. Per maggiori informazioni su come usiamo i cookie, clicca qui.

posted: 31.01.2003 @ 21:36

Minority Report: iniziate a correre!

In DVD l'ultima creazione fantascientifica di Steven Spielberg!

Mr. 5.1 reporting...

 Da sempre sono appassionato di sistemi operativi, installo e provo qualsiasi nuova versione mi passi per le mani, anche le versioni 'beta'. Lo faccio sia per lavoro ma anche e soprattutto per piacere personale, infatti mi piace vedere i miglioramenti e le novità che vengono introdotte di anno in anno, e sono sempre alla ricerca di qualche funzione interessante ed innovativa che stimoli questa mia strana passione. Ma dopo aver visto Minority Report mi sono reso conto che i sistemi operativi attuali sono solo "preistoria" informatica!

 Alla faccia delle funzioni innovative... non so se entro 50 anni arriveremo ad avere dei computer come quelli immaginati in Minority Report (...mai dire mai, soprattutto in questo campo!), ma non vi nascondo che mi piacerebbe vederli ed usarli, anche se tra 50 anni ne avrò 86 e mi sa che se ci arriverò sarò troppo rimbambito per capire tutte queste diavolerie moderne!!

 Di seguito descriverò alcune situazioni (più che altro tecnologie future!) del film, quindi se non lo avete ancora visto potete saltare questa parte per non privarvi del gusto della novità e della scoperta al momento della vostra prima visione!

ATTENZIONE: Un pò di ... SPOILER!

Minority Report: iniziate a correre! Che dire dell'incredibile interfaccia a realtà virtuale? Tastiere e mouse non serviranno più, tutte le funzioni dei programmi seguiranno i nostri gesti e le nostre intenzioni!

I monitor lcd saranno un ricordo del passato;  immagini a risoluzione 30.000 x 20.000 si presenteranno direttamente nel nostro campo visivo!

 Le postazioni di lavoro useranno come display materiali trasparenti ad alta risoluzione. E quei vetrini che registrano immagini cosa diavolo sono? Micro-Super DVD da 9 Terabyte?!?

 Persino la scatola di cereali incorpora un display a colori... appena la prendi in mano riproduce gli spot pubblicitari del marchio!

 Da buon appassionato di videoproiezione VOGLIO la "olocamera" e il proiettore olografico 3D!! Sarebbe bello poter effettuare riprese con la olocamera; a casa con i proiettori olografici si può realizzare la triangolazione dei punti sui tre assi XYZ e così riprodurre immagini che si muovono nello spazio 3D. Semplice, no?



 Peccato che il modello a disposizione di Tom Cruise era palesemente starato e le immagini non risultavano perfettamente a fuoco ;-) ... chissà chi glielo aveva installato, sicuramente qualche ottantaseienne tecnico in pensione abituato ai vecchi tritubo!!

 I giornali saranno degli schermi formato foglio di carta che ricevono wireless le notizie aggiornate in tempo reale.



Non fai in tempo commettere un reato e scappare che sei subito su tutti i giornali! Inquietante.

 Oggi vi danno fastidio i cookies del browser che memorizzano le vostre preferenze? Questo è niente!
 Tra 50 anni, ovunque andremo i dispositivi di scansione retinica segnaleranno il nostro codice personale al sistema di vendita che ci riconoscerà e ci proietterà dei venditori virtuali pronti a invogliarci ad acquistare i prodotti di nostro gradimento. Altro che grande fratello!

 Il film è stracolmo di inserzioni pubblicitarie tutt'altro che subliminali! Ne cito subliminalmente due,
Amex & Bvlgari!

 Per quanto oggi tutto ciò possa sembrare impossibile o irrealizzabile, non ci sarebbe da stupirsi se tra un po' di anni queste cose si trasformassero in realtà quotidiana.

 La E-Paper (carta elettronica) è in fase di studio avanzato. Fogli di carta trasparenti con celle LCD che mantengono lo stato anche in assenza di alimentazione sono già stati prodotti a livello di prototipo diversi anni fa. Aggiungiamoci un piccolo pc integrato in un chip con funzioni wirless et voilà il giornale elettronico è servito!

 Micro supporti ad altissima capienza? Già tre anni fa è stato brevettato il dvd olografico che, invece di registrare su due strati, registra su un numero elevatissimo di substrati nello spazio 3D, con una tecnologia laser simile a quella che si usa per realizzare gli ologrammi sui CD (avete presente i disegni sui cd originali della Micro s o f t ?)

 Reatà virtuale? Non è certo una novità ma, anche se non va più di moda, gli studi stanno proseguendo e non si sa bene a che risultati siano già arrivati nel campo dell'interfaccia sensoriale e visione stereoscopica.

 Scansione retinica? Con qualche migliaio di euro potete comprare già oggi il dipositivo su internet.

 Tastiere virtuali? Se ne sente parlare da anni... a breve questi prodotti saranno già disponibili sugli scaffali dei negozi di informatica a prezzi abbordabili; si tratta di piccoli dispositivi che si appoggiano a fianco del monitor e proiettano sul tavolo una tastiera luminosa. Quando noi pigeremo sui tasti virtuali un circuito calcolerà i raggi luminosi interrotti e riflessi e manderà al computer il valore del tasto corrispondente come se avessimo toccato una tastiera reale...

 Tecniche di riconoscimento delle persone e database con archiviati i nostri gusti personali? Forse non avete idea di quello che si sta facendo già oggi...

 La proiezione olografica esiste già da molti anni, anche se limitata ai laboratori di grossi enti di ricerca.

 Insomma, fantascienza ma non troppo; diciamo futuro prossimo possibile e plausibile.

--- FINE SPOILER! --- FINE SPOILER! --- FINE SPOILER! -- FINE SPOILER! ---



 Ma veniamo al film, o per meglio dire al DVD.
 A più di 20 anni dalla scomparsa di Philip K. Dick, con Minority Report Hollywood continua ad attingere materiale dai racconti di questo visionario autore di fantascienza. Giusto per menzionare una delle cosine carine che ha scritto nel lontano 1968... "Do androids dream of electric sheep" fu il racconto sul quale nel 1982 è stato basato Blade Runner.

 La forza di autori come Philip K. Dick è quella di seguire con grande attenzione quello che l'universo tecnologico ci prospetta nel presente e su queste fondamenta immaginare scenari narrativi possibili, con lungimiranza, anni prima che queste situazioni si presentino nella nostra realtà quotidiana.

 Il team di Steven Spielberg su questa traccia ha sviluppato una fantascienza futuribile, condita da grandi effetti speciali e quell'alone di mistero tecnologico che fa tanto cyber-punk.

 Dopo la divagazione sulle cose più affascinanti che mi hanno colpito in questo film, tralascio il riassunto della trama ed il giudizio artistico complessivo sull'opera, poichè essendo soggettivo non deve influenzare l'esito della recensione. Mi soffermo invece un attimo sulle caratteristiche tecniche del dvd in questione.

 Il DVD si presenta con caratteristiche tecniche di rilievo: Video 2.35:1 anamorfico, sottotitoli in inglese e italiano, una traccia DolbyDigital 5.1 in italiano ed in inglese, ed anche una traccia DTS5.1 in italiano che è quella che ho ascoltato io.

 Il flusso DTS presenta una ottima pulizia del suono, assolutamente privo di qualsiasi fruscìo, ben esteso in frequenza e più dinamico che nella corrispondente traccia DolbyDigital. Se il vostro amplificatore vi permette la decodifica DTS, selezionate senza esitazione questa modalità dal menù audio iniziale per vivere un'esperienza home-cinematografica da brivido!

 Per quanto riguarda il video siamo di fronte ad una qualità complessiva di tutto rispetto, anche se questa volta devo ammettere che è stato particolarmente difficile per me dare un giudizio finito sulla qualità dell'immagine. Il 95% del film infatti presenta una luminosità e contrasto volutamente 'sparati'; i bianchi sono 'bruciati', mancano i dettagli delle sfumature dal grigio verso il bianco; i colori sono poco saturi ed è quasi sempre presente una dominante fredda di color azzurro/blu. La visione prolungata di questa modalità di ripresa risulta alla lunga stancante, ma è una scelta voluta dal regista per dare un tono di drammaticità e di freddezza alla narrazione.

 Io sinceramente non ho mai sopportato film che presentano dall'inizio alla fine una dominante di colore innaturale; Spielberg ogni tanto lo fa (Salvate il Soldato Ryan per esempio ha una dominante verde); un altro film che ho mal tollerato è stato per esempio "Three Kings" anche qui con bianchi bruciati e una dominante bianco/giallognola che dovrebbe emulare la luce desertica.
 Non si tratta di un difetto del DVD, che anzi riesce sempre a riprodurre bene anche queste immagini particolarmente difficili.

 Lo stato della pellicola è praticamente perfetto, non si è visto neanche un granellino di polvere o un tremolio del quadro; ad una distanza di visione ravvicinata si può notare un leggero effetto grana della pellicola.




A presto con nuove, curiose anticipazioni!
Ricevi GRATIS nella tua casella di posta le news dal mondo dell'intrattenimento digitale solo con DVDLog, la newsletter by DVDWeb.IT. Non perdere tempo, iscriviti subito!
  

Cafè 2.5 - I vostri commenti...

Minority Report: iniziate a correre!

Libera il tuo istinto di reporter!
Scrivi tu il primo messaggio!
Entra nel Cafè


Visualizza gli altri 4 commenti in archivio!


Newsletter

Unisciti alla nostra newsletter

GRATIS PER TE le news sempre aggiornate, le nostre offerte speciali e gli omaggi esclusivi!





Ho letto l'informativa sulla privacy e autorizzo il trattamento dei dati personali




DVDb

Db New Db Update
Già Usciti In Uscita


Top 10





© 1999-2021 Shock! Solutions SRL - P.IVA 01740890460 - Tutti i diritti riservati - Cookie Policy - Privacy Policy