dvdweb.it utilizza i cookie per offrirti un migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare, accetti di utilizzare i cookie. Per maggiori informazioni su come usiamo i cookie, clicca qui.

posted: 16.02.2001 @ 00:01

Il nuovo Star Trek  
Il nuovo Star Trek
Robert Wise è riuscito a terminare Star Trek. Ventidue anni dopo.

Il nuovo Star Trek
Nimoy & Wise sul set di Star Trek: The Motion Picture
 C'è un film nella ormai ventennale saga cinematografica di Star Trek che viene guardato spesso con indifferenza anche dei fan. Sto parlando del primo, mai dimenticato, Star Trek: The Motion Picture, che segnò il ritorno dei nostri eroi dopo dieci anni di assenza dagli schermi americani. In quel Dicembre del lontano 1979 l'attesa era moltissima: dopo i successi di Guerre Stellari e Incontri Ravvicinati del terzo tipo, entrambi del 1977, anche Paramount aveva deciso di cavalcare l'onda della fantascienza. La major decise quindi di trasformare la nuova serie TV di Star Trek Phase II nel film cinematografico Star Trek: The Motion Picture, diretto da Robert Wise, vincitore già di due premi Oscar (West Side Story e Tutti insieme appassionatamente).

 Viste le premesse, c'erano da aspettarsi grandi cose. Il risultato quale fu? "Nella sua visione, Star Trek: The Motion Picture è molto simile a 2001 Odissea nello spazio," rammenta Leonard Nimoy, interprete di Spock. "E' molto diverso da Guerre Stellari. Nel film di Lucas ci sono avventura, azione, divertimento, personaggi epici, mitologia -- tutti ingredienti essenziali per un grande storia. Il pubblico ride, applaude, si sente coinvolto... Purtroppo non c'è niente di tutto questo nel primo Trek."

 Molti hanno considerato il film freddo, statico, senza emozione, humor, umanità; noiose le lunghissime scene dove gli attori stanno, con espressione sbalordita, a guardare nel vuoto. Dopo la preview dedicata agli addetti ai lavori molti giornalisti erano convinti che se la NBC non era riuscita ad uccidere Star Trek nel 1969, la Paramount era sulla buona strada per farlo dieci anni dopo.

 Ovviamente Star Trek è sopravvissuto a questo, primo, passo falso, complice soprattutto il fatto che il film incassò ai botteghini l'incredibile cifra di 160 milioni di dollari -- ed era costato "solo" 45. Nonostante l'incasso, però, il primo episodio cinematografico della saga di fantascienza più famosa, e redditizia, al mondo, è ancora considerato negativamente dai più.

 Forse questi sentimenti negativi saranno rettificati da Star Trek: The Motion Picture Director's Edition, ovvero il film come doveva essere nella mente del regista, di prossima uscita negli Stati Uniti in DVD. Paramount, infatti, interruppe bruscamente il lavoro di Wise (nominato all'Oscar per il montaggio di Quarto Potere, nel 1941) per far uscire il film nel periodo natalizio, nonostante che gli effetti speciali non fossero completi fino all'ultimo minuto.

 Per anni Robert Wise si rifiutò addirittura di parlare della sua esperienza su Star Trek; in tutti i libri da lui o su di lui scritti a questo film sono dedicate sempre poche righe e "deludente" è l'unico aggettivo che si trova quando se ne fa menzione.

Robert Wise oggi

 "In quel periodo ero molto insoddisfatto," dichiara adesso l'86enne Robert Wise, "Avevamo problemi con la sceneggiatura; nuove revisioni arrivavano anche durante le riprese... Sono sempre andato d'accordo con il cast e con tutta la troupe, ma, devo dire, che Star Trek non è stata una delle mie esperienze più felici. Nella versione uscita nelle sale molte scene che dovevano rimanere sono state tagliate, altre invece sono rimaste, così quando mi hanno offerto la possibilità di correggere degli errori, l'ho fatto molto volentieri. Con tutti gli altri film che ho fatto è sempre andato tutto bene: ho avuto tutto il tempo per terminare il mio montaggio e la produzione non si è mai lamentata."

 L'idea di "restaurare" Star Trek venne originariamente a David C. Fein and Michael Matessino due anni fa. Wise, dopo una iniziale indecisione, si accordò con Paramount per il completamento del film, che, però, sarebbe uscito esclusivamente in home video. Dopo il via libera della major, il regista iniziò a lavorare al progetto con Fein, Matessino e la Foundation Imaging, società responsabile degli effetti speciali di Star Trek: Voyager.

 "Si tratta di una celebrazione del film; non mi piace parlare di restauro. Per me è la continuazione del lavoro fatto dai produttori originali. L'edizione DVD di Star Trek I tiene conto di vent'anni di critiche, ma le modifiche effettuate vengono direttamente dagli storyboards originali e dalle note di produzione ritrovate negli archivi di Wise. Niente è stato modificato nel film che non fosse in mente alla troupe del 1979," ha dichiarato il produttore David C. Fein.


La nuova Enterprise pronta alla partenza
 Nonostante voci insistenti circolate su Internet, la nuova versione non conterrà molto materiale inedito. La maggior parte delle nuove scene sono state prese dai 12 minuti aggiuntivi trasmessi negli anni '80 dalla Tv americana ABC e includono una serie di scene con Kirk e Spock che Shatner e Nimoy avevano proposto per rendere più "umana" la storia. Alcune scene sono state tagliate (specialmente alcune contenenti dialoghi ripetitivi), sono stati aggiunti effetti speciali (una Enterprise interamente creata al computer è stata utilizzata per alcune sequenze chiave) ed alcuni effetti sonori che ricordano molto la serie Tv. Il tutto, secondo Fein, rende il film molto più intenso.

 "C'è molto poco in questa versione che non sia ispirata dalla sceneggiatura orginale," insiste Fein. "Non è questione di cambiare il film, questa non è una versione alternativa... Ma se lo spettatore si siederà e, dopo averlo visto, dirà: 'Non me lo ricordavo così bello!' per noi sarà un successo."

 La data d'uscita del DVD non è ancora stata ufficialmente stabilita dalla Paramount americana. In Italia questo DVD dovrebbe arrivare sui nostri scaffali entro la fine di quest'anno, per cui Paramount Italia dovrebbe avere tutto il tempo necessario per confezionare un prodotto all'altezza di quello americano. Siamo abbastanza fiduciosi da un lato, visto che Paramount Italia è l'azienda più USA-oriented nel panorama homevideo italiano, un po' preoccupati dall'altro, se ricordiamo che le scene tagliate, presenti, a detta della fascetta, nella VHS di Star Trek VI: The Undiscovered Country (uscito ormai anni e anni fa), rimasero, purtroppo, quello che erano: scene tagliate. [buck]






A presto con nuove, curiose anticipazioni!
Ricevi GRATIS nella tua casella di posta le news dal mondo dell'intrattenimento digitale solo con DVDLog, la newsletter by DVDWeb.IT. Non perdere tempo, iscriviti subito!
  

Cafè 2.5 - I vostri commenti...

Il nuovo Star Trek

Libera il tuo istinto di reporter!
Scrivi tu il primo messaggio!
Entra nel Cafè


Visualizza gli altri 1 commenti in archivio!



Newsletter

Unisciti alla nostra newsletter

GRATIS PER TE le news sempre aggiornate, le nostre offerte speciali e gli omaggi esclusivi!





Ho letto l'informativa sulla privacy e autorizzo il trattamento dei dati personali




DVDb

Db New Db Update
Già Usciti In Uscita


Top 10





© 1999-2020 Shock! Solutions SRL - P.IVA 01740890460 - Tutti i diritti riservati - Cookie Policy - Privacy Policy